Mediain - PSE Editore

Dunlop StreetResponse e QuattroMaxx

Tre metri sopra l'asfalto

Dunlop presenta due pneumatici specifici: StreetResponse per la categoria prestazionale "T" (auto medio-piccole), QuattroMaxx per i SUV. Li abbiamo provati in molteplici condizioni sul circuito di prova Dunlop di Mireval nella Francia meridionale.

di Alvise-Marco Seno

 

Alle irrinunciabili esigenze di sicurezza, comfort di marcia e consumo che deve vantare un’auto moderna, il marchio Dunlop, del Gruppo Dunlop-Goodyear, risponde con due nuovi pneumatici altamente tecnologici. Il primo, l’SP STREETRESPONSE, è stato sviluppato per le vetture di media e piccola cilindrata con codice di velocità T e disponibile per cerchi da 13” a 15”.
Ai SUV, invece, è dedicato il nuovo SP QUATTROMAXX per ruote da 17 a 21 pollici. Non un pneumatico sportivo adattato agli Sport Utility quanto una gomma ideata per veicoli alti e con baricentro elevato.

Entrambi sono il risultato dell’applicazione della DUNLOP TOUCH TECHNOLOGY, un insieme di tecnologie sviluppate da Dunlop nella progettazione dei suoi prodotti.
Caratteristiche distintive dello STREET RESPONSE sono il battistrada con disegno asimmetrico per una maggiore aderenza della gomma in curva, la conformazione multi radiale a raggi variabili per un’impronta a terra maggiorata, il profilo piatto e l’evoluto sistema di ancoraggio del tallone al cerchio che rende più precisa la sterzata. A caratterizzare il QUATTROMAXX, invece, l’utilizzo di kevlar per irrigidire il fianco, la struttura più rigida delle tele di sommità, il battistrada BI-mescola e il design sviluppato con Pininfarina.

Li abbiamo testati entrambi sulla pista di collaudo Dunlop di Mireval nella Francia meridionale, sperimentando, a bordo di differenti vetture, dalla Fiat 500 alla Porsche Cayenne Turbo, dalla Vw Polo alla BMW M3, la loro evidente superiorità in tutte le condizioni. Tutte hanno evidenziato un comportamento più omogeneo e progressivo soprattutto in situazioni al limite della tenuta, caratteristica che consente un controllo più intuitivo del veicolo. Nella prova birilli con una Volkswagen Polo 1.4 equipaggiata con Street Response, ad esempio, si è potuta notare una maggiore velocità di percorrenza di curva associata a un ridotto sottosterzo. Frenando sul bagnato (a bordo di una Vw Golf), la gomma ha espresso un grip molto maggiore rispetto alla concorrenza, cosa che si è tradotta in spazi di frenata molto più contenuti. Sullo steering-pad, infine, la nostra Fiat 500 ha evidenziato come in curva la tenuta di strada sia molto maggiore e la capacità della gomma di espellere acqua molto più elevata.

Rispetto alla pur titolata concorrenza, insomma, le Dunlop offrono una migliore tenuta di strada sull’asciutto e sul bagnato, minore tendenza all’acquaplaning, espulsione più rapida dell’acqua dal battistrada e spazi di frenata più corti. Provare per credere!

fotografie:Alvise-Marco Seno e Dunlop