Mediain - PSE Editore
  |  Login

Mercedes Classe G Professional

La leggenda di un mito

Trent'anni di onorata carrirera e continui aggiornamenti tecnici e meccanici l'hanno definitivamente incoronata (nel 2009) come migliore fuoristrada al mondo. Noi abbiamo provato l'ultima versione denominata Professional sulla pista di Vairano.

di Marco Rocca

 

EMOZIONE O RAGIONE: "Instant Classic". Non esistono altri termini per definire un modello che ha saputo attraversare gli anni meritandosi profondo rispetto ed ammirazione da parte degli appassionati e del mercato. Quando si parla di Mercedes Benz Classe G, unica ed indistruttibile sono gli aggettivi più frequentemente utilizzati per descriverla. Non è un caso, infatti, che questo modello, vincitore anche nella Parigi-Dakar, sia in produzione dal 1979 e che in tutto il mondo siano state consegnate oltre 200.000 unità. Nonostante gli oltre trent’anni di commercializzazione, un record nel panorama automobilistico, il fuoristrada con la Stella sul cofano è stato protagonista di una continua evoluzione sottopelle che lo ha reso sempre al passo coi tempi e gli ha assicurato una posizione di riferimento nel segmento. Oggi, Classe G si rinnova, e nel pieno rispetto della sua storia si presenta nella nuova versione Professional, vero e proprio veicolo professionale "tutto-fare" a trazione integrale permanente con tre differenziali bloccabili al 100%. 

PERCHE': La nuova Classe G Professional, un’evoluzione della Serie 461, nasce sulla base delle competenze acquisite dagli ingegneri Mercedes-Benz con la versione militare del fuoristrada che ha confermato le eccezionali caratteristiche di affidabilità, robustezza e tecnologia prestando servizio negli scenari più critici ed impegnativi a livello mondiale. E' proprio questa grande specializzazione che smuove gli animi e la rende tanto "leggendaria" agli occhi dei fedelissimi clienti. Sapere di trovarsi a bordo di un mezzo praticamente inarrestabile, non c'è che dire, infonde un gran senso di sicurezza e di dominio sulla strada. E poi proprio l'anno scorso a trent'anni dalla prima versione prodotta, la Classe G è stata eletta "migliore fuoristrada al mondo". 

IL VESTITO: Praticamente uguale a se stessa da quando è nata. La moda, i canoni stilistici mutevoli nel corso degli anni cosi come le ultime tendeze in fatto di design, non sa nemmeno dove sono di casa. Agreste come un contadino del tavoliere pugliese nella metropoli londinese si  è concessa solo un piccolo aggiornamento agli interni, necessario anche per motivi imposti dalla sicurezza (vedi l'introduzione dell'air-bag) oltre che dal puro comfot. Per il resto sempre lei, sempre la stessa scatolona squadrata disponibile, in questa verisione Professional, in quattro diverse varianti. Station Wagon (4 posti e 5 porte), Van ( 2 posti e 3 porte, con un infinito vano di carico), Telaio cabinato (2 posti e 2 porte con telaio da allestire e ,a richiesta, cassone posteriore) e Telaio 6x6 (2 posti con telaio da allestire e 6 ruote motrici). Proprio la Station Wagon esalta la vera essenza dello spirito Classe G: altezza da terra di oltre 21 cm, capacità di guado di 60 cm, cerchi in acciaio con pneumatici all-terrain da 225/75 R16 e portata di 990 kg sono le caratteristiche distintive. A sottolineare la natura selvaggia anche particolari accessori montabili a richiesta come ad esempio: il cofano motore rinforzato calpestabile (che sopporta pesi anche ben superiori ai 120 kg, non tutti sono snelli!), paraurti anteriore rinforzato con perno traino e portatarga ripiegabile, piattaforma pick-up con sponde in alluminio e rete parasassi per i fari e gli indicatori di direzione anteriori.

SU STRADA: I 184 Cv del rinnovato propulsore Diesel 300 CDI sfornano a ciclo continuo 400 Nm di coppia regalando una prontezza all'acceleratore davvero notevole. Salite, rocce, pietraie è come se non esistessero, basta solo schiacciare sul pedale del gas per trarsi fuori da situazioni davvero complicate. Con le ridotte inseribili dal cambio automatico a 5 rapporti, la trazione integrale permanente, 3 differenziali bloccabili manualmente e singolarmente al 100%, la protezione sotto scocca e la pompa di drenaggio acqua dall'abitacolo non ha rivali su qualsiasi terreno si decida di guidare. L'abbiamo provata all'interno del circuito di Quattroruote a Vairano, nell'area appena costruita per l'off-road, che spettacolo...a Gardaland ci saremmo divertiti meno! Hanno fatto di tutto per fermarla, tra guadi pieni zeppi di fango molliccio, salite al 100% su fondo sdrucciolevole e passaggi su due ruote al limite del cappottamento. Niente, non c'è stato verso di rallentare la marcia impetuosa della Classe G Professional. Robusta e instancabile. Ma del resto te ne accorgi subito quando ci sali, perchè devi letteralemente salirci. Lo senti lo sportello pesante di una bella lamiera d'acciaio che si chiude con un suono secco e rassicurante. Lo senti che anche dentro, in abitacolo, tutto è robusto, spesso, fatto bene insomma. Pochi comandi sulla plancia centrale ma con la sicurezza che saranno sempre funzionanti anche sotto l'acqua (già perchè anche la plancia è water proof). Tutto è fatto per durare o per essere sostituito anche nel posto più remoto della terra con facilità. La Classe G è infatti una delle poche fuori strada autentiche a poter vantare la vetratura dell'abitacolo completamente piatta, come le finestre di casa per capirci. Cosi anche nel malaugurato caso di rottura di un cristallo nel bel mezzo di un safari in Africa sarà facile farselo tagliare e sostituire dal vetraio della tribù. Questo è solo un esempio, sia chiaro a sottolineare la semplicità di utilizzo della Classe G, molti la utilizzano solo in città. Che sia un tortuoso tragitto che attraversa distese di sabbia rovente, costeggia boschi impenetrabili o scala ripide vette innevate; che sia Sahara, Foresta Nera o Alpi, a bordo della Classe G non esistono condizioni estreme, ed il contesto ambientale è solo un diverso orizzonte in cui perdere lo sguardo.

I PREZZI: La Classe G non è mai stata a buon mercato,anzi. Con prezzi più vicini a quelli di una Porsche 911 che a quelli delle sue dirette rivali (una fra tutte la Land Rover Defender), ha sempre manifestato una certà nobiltà di stirpe, che l'ha resa decisamente più snob nei confronti delle concorrenti. In questa versione Professional, però, la Classe G viene incontro al portafogli degli acquirenti. La versione Station Wagon 300 CDI, forse la più appetibile per il mercato italiano, parte da un prezzo di 68.430.00 Euro. Si scende ancora se si prendono in considerazione le due varianti, per cosi dire più commerciali. Il prezzo in questo caso per portarsi a casa un mezzo da "lavoro di lusso" parte da 60.060.00 Euro.